From: "Fabrizio.Sabatini" <Fabrizio.Sabatini@mi.infn.it>
Newsgroups: milano.amministrativi_e_tecnici
Subject: L'ARAN PRENDE TEMPO: CGIL, CISL E UIL NON CI STANNO!
Date: Mon, 7 Feb 2000 09:45:48 +0100

SNUR CGIL
SINDACATO NAZIONALE UNIVERSITA' RICERCA
Coordinamento Nazionale INFN

COMUNICATO CONGIUNTO CGIL-CISL-UIL.
   CCNL Comparto Ricerca, riunione del 2/2/2000.

L'ARAN PRENDE TEMPO: CGIL, CISL E UIL NON CI STANNO!

A distanza di quasi un mese e mezzo dall'apertura ufficiale della
trattativa  per il  rinnovo del CCNL  ha  avuto luogo  il secondo
incontro tra ARAN e le delegazioni  di Snur Cgil,  Cisl Ricerca e
Uil PA, presenti i rappresentanti confederali e delle categorie.
Nonostante  la  lunga  pausa  intercorsa  dalla  1^  riunione (16
dicembre 1999)  il rappresentante  dell'ARAN,  dott. Tortora, pur
confermando la volonta'  di procedere per tavoli separati,  si e'
limitato  alla  illustrazione  di  alcune  problematiche  di tipo
generale,  in  verita'  marginali rispetto ai contenuti effettivi
della piattaforma unitaria.  Egli ha annunciato che l'ARAN, anche
sulla  base  di  queste  richieste,  si accinge a  formulare ed a
consegnare  alle  controparti  sindacali,  entro  15  giorni,  un
proprio  documento,  per consentire un piu'  concreto avvio della
negoziazione.
Di  fronte a  tale atteggiamento palesemente  dilatorio le OO.SS.
hanno duramente reagito.  Esse hanno fatto presente, innanzitutto
la necessita' di fissare un piu' chiaro e spedito percorso, dando
modo al tavolo, che anche ai fini di quanto disposto dall'art. 47
bis  comma  3   del  D.L/vo  29/93,   rappresenta  la  stragrande
maggioranza  del  personale  e  tutte  le   figure  professionali
presenti  nella   organizzazione  del   lavoro  degli   Enti,  di
affrontare da subito i nodi del negoziato che  si svolge peraltro
nel quadro di significativi mutamenti normativi.
In particolare Snur Cgil, Cisl Ricerca e Uil PA:
-  hanno   invitato l'ARAN ad approfondire i punti prioritari del
  confronto alla  luce anche  dei mutamenti di    cui sopra, gia'
  considerati   dalla  piattaforma  confederale   e  che  sarebbe
  assurdo tentare di eludere gia'  in sede di  formulazione delle
  prime  proposte    (disponibilita'     economiche    e    costi
  contrattuali,  nuova   normativa sugli accessi e  sua eventuale
  estensione  a   tutti   gli    Enti,   campo  di  applicazione,
  unitarieta'  effettiva e normativa   del CCNL,  superamento dei
  vincoli del CCNL vigente, etc.);
- hanno  stigmatizzato  l'atteggiamento  del  Comitato di Settore
  richiedendo  che esso  sia verificato  e riportato  nei compiti
  fissati  dalla  normativa  (art.  46  del  D.L/vo  29/93) dando
  spazio,  piuttosto,  ad una  manifestazione  piu'  chiara della
  effettiva    volonta'   della  controparte   governativa,  onde
  entrare  da  subito,    e  senza  interferenze  tanto  meno  di
  carattere tecnico-organizzativo,, nel vivo della trattativa.
La successiva riunione e' stata fissata per il 17 febbraio p.v..
Al   termine   dell'incontro   le  OO.SS.   hanno  annunciato  la
trasmissione  al  Presidente  dell'ARAN,  prof.  Dell'Aringa ed a
tutti i Presidenti  degli Enti  di  Ricerca,  della  richiesta di
corresponsione immediata a tutto il personale della indennita' di
vacanza   contrattuale,   retroattivamente  dall'1  aprile  1998,
comprensiva   degli   interessi  legali   e  della  rivalutazione
monetaria maturati.
           SNUR CGIL       CISL RICERCA       UIL PA-UR