From: vigezzi@almivi.mi.infn.it
Newsgroups: milano.ricercatori
Subject: Domande ai candidati a Direttore della Sezione
Date: 15 Dec 99 16:54:46 GMT


Ieri, martedi' 14, un gruppo di ricercatori dell'INFN si e' riunito
brevemente per discutere l'elezione del nuovo Direttore della Sezione,
in vista dell'Assemblea di venerdi' prossimo. Abbiamo ritenuto utile
formulare esplicitamente qualche domanda ai candidati, e suggerire
loro qualche tema di discussione che ci sta a particolarmente a cuore.
Saremo grati ai candidati se vorranno risponderci venerdi' prossimo.


                                      Cordiali saluti,
                                                  Enrico Vigezzi



_ Come vedete l'evoluzione della  relazione tra INFN e l'Universita'
  nei prossimi anni, anche alla luce del processo di riforma degli
  Enti di ricerca, che cambiera' le modalita' di finanziamento dell'INFN?
  Per esempio, nella sua relazione, Pignanelli ha sostenuto che la
  possibilita' di ottenere nuovi posti di ricercatore dall'INFN e' marginale
  rispetto a quella dell'Universita'; e  che forse sarebbe piu' opportuno
  per Milano utilizzare le risorse dell'INFN per procurare tecnici
  e amministrativi.
  Siete d'accordo con lui? Come considerate la funzione dei ricercatori e
  dei tecnologi dell'INFN?


- Come vedete l'evoluzione della ricerca della Sezione nei prossimi anni?
  In particolare, per esempio, per quanto riguarda il gruppo 1, l'impegno
  per la costruzione di LHC puo' lasciare spazio, e quanto,
  ad altre attivita'?
  Quale dev'essere  l'evoluzione della ricerca di natura piu' "tecnologica"?
  Come si puo' migliorare la collaborazione tra teorici e
  sperimentali nella sezione?

- Come e' stato ben illustrato nella relazione del Direttore uscente,
  uno degli impegni principali del nuovo Direttore  sara' quello di
  gestire la transizione verso la nuova sezione di Milano 2, in una
  condizione di scarse risorse aggiuntive. Come vedete questo difficile
  passaggio?

- Ci sembra che, per varie ragioni, attualmente il personale INFN
  abbia troppo poca possibilita' di contribuire alle decisioni della
  Sezione o di partecipare all' attivita' del Dipartimento. Pe fare
  due esempi, i cinque coordinatori sono tutti universitari, e i
  ricercatori e tecnologi  INFN che si sposteranno alla Bicocca
  non hanno avuto praticamente nessuna possibilita'  di partecipare
  alla scelte che riguardavano il nuovo Dipartimento.
  Siete d'accordo con questa opinione, e vedete il modo di porvi qualche
  rimedio?

- Il Consiglio di Sezione rappresenta  l'unico momento  di discussione
  generale sull'andamento della Sezione. Naturalmente,
  la sua funzione e' soltanto consultiva, dato che il Direttore e'
  direttamente responsabile delle sue scelte. Attualmente, non vi e'
  un criterio ben definito che stabilisca quali problemi o decisioni
  vengono discusse in Consiglio di Sezione. Per esempio, le scelte
  riguardanti posti da bandire, articoli 36, congedi, talvolta passano
  in Consiglio di Sezione e talvolta no. A vostro avviso, e' bene
  che tutti questi problemi siano discussi in Consiglio, oppure no?


- Il personale dei  servizi  - in particolare del calcolo - si trova
  in difficolta' per la propria progressione di carriera; allo
  stesso tempo, v'e' una costante difficolta' nel  reperire giovani
  di buon livello da inserire in questi servizi. Come si puo' rimediare
  almeno in parte a questa situazione? C'e' la possibilita' di lasciar
  partecipare il personale dei servizi a progetti di ricerca. in modo
  da garantire loro una sufficiente produzione scientifica?