From: Daniele Pedrini <Daniele.Pedrini@mi.infn.it>
Newsgroups: milano.ricercatori
Subject: Alcne cose che dovete sapere
Date: Tue, 24 Feb 2004 16:36:23 +0100

Cari colleghi,

   vogliamo mettervi al corrente di alcune cose che si stanno discutendo
tra i rappresentanti dei ricercatori.


1) il CPO (Comitato Pari Opportunita`) ha intenzione di verificare
    la possibilita' concreta di attivare convenzioni con le Universita'
    per l'utilizzo di asili  per i figli del personale INFN.
    A questo proposito vorremmo compilare un elenco dei dipendenti con
    figli in eta' "interessante". Di conseguenza vi invitiamo, se siete
    interessati, ad inviarci i vostri dati.
    (Alla fine di questo mail troverete anche due mail provenienti dalle
    sezioni di Padova e Catania, che gia` hanno effettuato questa indagine)

2) Tempo fa, Alessandro Pesci di Bologna ha fatto notare al rappresentante
    nazionale dei ricercatori che potrebbe esistere un problema relativo
    al riconoscimento del servizio militare per l'anzianita'.
    In effetti, l'INFN non richiede ai dipendenti la situazione del servizio
    militare.
    Ora, se il servizio di leva e' stato concluso dopo il 30/1/1987,  viene
    riconosciuto ai fini dell'anzianita' di livello, ed ai fini della 
liquidazione;
    se e' concluso prima del 30/1/1987, allora puo' essere riscattato 
solo ai
    fini della liquidazione.
    MA IN ENTRAMBI I  CASI, LA RICHIESTA VA FATTA DAL DIPENDENTE.


3) Polizza INA: nella riunione congiunta con i tecnici/amministrativi si 
e` deciso
    come prima azione di compilare una lista con le persone che non 
godono di
    questo trattamento. Questa informazione non puo` essere ricavata
    dall'amministrazione a causa della legge sulla privacy. Di 
conseguenza invitiamo
    coloro che non hanno la polizza INA (se vogliono) a mandarci un 
mail, in modo
    da compilare una lista aggiornata.


  I nostri piu` cordiali saluti,

         Daniele Pedrini e Tommaso Tabarelli


P.s.( vi ricordiamo che e` indetta una riunione dei ricercatori per il 4
       Marzo in Aula Caldirola dalle 10 alle 12 per discutere l'elezione
       del rappresentante nazionale dei ricercatori. Se avanza tempo 
potremmo
       discutere anche di questi temi )













Mail dalla Sezione di Padova:

---------- Forwarded message ----------
Date: Thu, 5 Feb 2004 12:04:19 +0100 (MET)
From: Massimo Gravino <massimo.gravino@pd.infn.it>
To: Massimo Gravino <gravino@pd.infn.it>
Subject: Richieste di agevolazioni per dipendenti con bambini (fwd)

Al Comitato Pari Opportunita` dell'INFN


Durante l'Assemblea del personale dipendente della Sezione di Padova,
tenutasi il giorno 29 gennaio 2004, e` stata discussa l'esigenza di una
parte di personale di trovare strutture adeguate ed organizzate a cui
affidare i propri figli durante le ore di attivita` lavorativa e nel
periodo estivo.

L'assemblea propone al CPO di valutare, nell'ambito delle azioni positive
per la realizzazione della parita` uomo-donna nel lavoro, la possibilita`
di sviluppare iniziative a favore di dipendenti con figli minori, al fine
di migliorare l'equilibrio tra responsabilita` familiari e professionali.

In particolare l'assemblea e` interessata alla possibilita` di far
attivare anche per l'INFN convenzioni analoghe a quelle stipulate da altri
enti come, ad esempio, l'Universita` di Padova.
Le convenzioni stipulate dall'ateneo patavino (vedi allegati) prevedono:

- riserva di alcuni posti presso asili nido dislocati nelle vicinanze
   delle sedi di lavoro dei dipendenti;
- contributo spese per le rette pagate dai dipendenti per asili e
   scuole materne;
- contributo spese per la frequenza di centri estivi convenzionati.

Da una prima indagine effettuata presso la nostra sezione e` emerso che i
figli dei dipendenti che potrebbero usufruire di queste convenzioni sono
circa una trentina (come da lista allegata).

Ringraziando per l'attenzione, rimaniamo in attesa di un vostro riscontro.

I Rappresentanti del Personale Ricercatore, Tecnologo, Tecnico e
Amministrativo

Luciano Canton, Massimo Gravino, Ezio Torassa
Matteo Turcato, Sandro Ventura






Mail dalla Sezione di Catania:

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Caro Enrico,
in relazione alla collaborazione con il CPO ho svolto la mia indagine locale
LNS-Università CT:
per quel che riguarda il punto b) tra il personale l'interesse c'è  per
eventuale nido, asilo e/o attività estive; i numeri li troverai nel file in
allegato.
Riguardo il punto a) il CPO dell'università di Catania fino ad oggi ha
svolto più un'attività " Culturale-divulgativa ". Per quel che riguarda i
servizi, l'unica cosa che sono riusciti a realizzare è stata quella di
contattare alcune scuole private e non, che offrono dei servizi estivi (mare
e varie attività ricreative), disposte ad accettare per il periodo estivo
bambini esterni e poi a dare ai dipendenti  un contributo pari a circa 55
euro per figlio. Hanno precisato che non si tratta di una convenzione
Università-Scuole ( che dovrebbe passare dal Consiglio d'amministrazione
dell'Università ) , ma solo di un'agevolazione nella ricerca  di enti
disposti ad accettare bambini esterni e soprattutto di un contributo
economico.
Mi hanno detto che per le convenzioni vere e proprie i tempi sono lunghi, ma
cercheranno anche questa strada, come cercheranno di muoversi di nuovo per
il nido, a cui per ben due volte erano stati destinati dei locali
all'interno della città universitaria , che poi però sono stati utilizzati
per altri scopi. Ovviamente sono aperti ad ogni forma di collaborazione, in
particolare con il CPO dell'INFN, con cui il coordinamento nazionale dei CPO
universitari ha già in programma una riunione.

Emerge evidente dalla mia indagine locale , che per poter offrire dei
servizi , anche al CPO INFN occorrerebbero dei fondi.........


            Ciao e a presto

                            Titti