From: "Ruggero Barni" <milano.seminari@mi.infn.it>
Newsgroups: milano.seminari
Subject: seminario prof Escande
Date: Thu, 13 Mar 2003 10:08:50 +0100

Lunedi' 17 marzo 2003 il prof. Escande del centro CNRS di Marsiglia terrą
un seminario alle 15.00 in aula U2-03 presso il Dipartimento di Fisica di
Milano-Bicocca, dal titolo "Teoria lineare e caos: progressi decisivi nella
descrizionedell'interazione onda-particella nei plasmi" e presenterą il suo
libro appena pubblicato sull'argomento.

Abstract:
Nella fisica dei plasmi, l'interazione onde-particelle e' centrale per lo
studio di numerose instabilita', di diagnostiche, e dei riscaldamenti da
onde. In particolare, essa e' una delle motivazioni per la descrizione
girocinetica dei plasmi da fusione ora in grande sviluppo. Tuttavia
quest'interazione e' un fenomeno complesso gia' nella sua descrizione
lineare. Lo smorzamento non collisionale di una onda predetto da Landau
nel1946 ha aspettato la sua dimostrazione sperimentale venti anni per essere
largamente riconosciuto. A livello non lineare la situazione e' addirittura
peggiore. Ad esempio, da due decenni esiste una controversia sulla validita'
delle equazioni, dette quasilineari, che dovrebbero descrivere la
saturazione dell'instabilita' prodotta da un fascio di elettroni iniettato
dentro di un plasma. Questo seminario presenta un'approccio all'interazione
onda-particella neiplasmi a partire dalla meccanica classica [1] che
permette una semplificazione considerevole della sua comprensione e della
sua descrizione analitica. A livello lineare, fenomeni descritti finora
separatamente, come l'evoluzione delle onde e quella delle particelle, o
come le emissioni spontanee e stimolate vengono trattati secondo
un'approccio unico che rende intuitivi numerosi aspetti che altrimenti
rimanevano misteriosi nell'approccio vlasoviano tradizionale. A livello non
lineare, i recenti progressi sul caos hamiltoniano hanno permesso la
costruzione delle equazioni quasilineari in un modo abbastanza semplice da
rendere possibile l'emergenza di un consenso. Siccome l'approccio meccanico
parte dalla descrizione ad N corpi del plasma, essa realizza per la prima
volta un vecchio sogno del diciannovesimo secolo: l'evoluzione non triviale
di un sistema macroscopico viene infatti descritta rispettandone
completamente la dinamica (caotica) microscopica. Il seminario presentara'
la fisica in un modo qualitativo senza nessun calcolo.
[1] Y. Elskens e D. Escande, Microscopic Dynamics of Plasmas and Chaos (IOP,
Bristol, 2002).

Prof.ssa Claudia Riccardi