From: Pierini <troubles@fisica.unimi.it>
Newsgroups: milano.seminari
Subject: 24-05-2007 Il bruciamento delle scorie nucleari: le sfide tecnologiche ed i programmi in corso
Date: Wed, 16 May 2007 09:21:37 +0000 (UTC)

                                   Seminario

                              Il giorno 24-05-2007
                            alle ore 15:00 in Aula A

                                Il Dott. Pierini

                        terra' un seminario dal titolo:

 Il bruciamento delle scorie nucleari: le sfide tecnologiche ed i programmi in
                                     corso

                                   Abstract:
 Il problema dello smaltimento delle scorie nucleari accumulate nei decenni di
funzionamento delle centrali civili e ben lungi dall*essere risolto. Pochi paesi
 hanno avviato la costruzione dei depositi geologici e la loro localizzazione e
sempre causa di forti tensioni nei siti prescelti. La IV generazione di reattori
  promette di avviare un nuovo ciclo di nucleare a bassa produzione di scorie
   tramite i reattori veloci, ma non sembra plausibile che possa risolvere il
  problema delle scorie accumulate finora. Gli ADS, cioe sistemi sottocritivi
    pilotati da acceleratori di grossa potenza, combinati alle tecnologie di
partizionamento chimico delle scorie e allo stoccaggio geologico di volumi molto
  inferiori rispetto a quelli del combustibile esausto, possono rappresentare
un*ingrediente fondamentale per lo smaltimento efficace delle scorie accumulate
    durante un lungo periodo di transizione (dell*ordine di 40-100 anni) per
   consentire l*avvio di un nuovo ciclo di nucleare con minima produzione di
scorie. Nel seminario verr`a illustrata la strategia attuale per l*analisi della
 trasmutazione nell*ambito dei programmi europei EURATOM e nel mondo e verranno
   evidenziati i principali problemi tecnologici da affrontare per avviare la
                    realizzazione di prototipi sperimentali.

                 Sono tutti cordialmente invitati a partecipare

                               Per Informazioni:
             Gianluca Alimonti www.fisica.unimi.it/energiaperfuturo